Il Cristo Velato di Napoli
Il Cristo Velato di Napoli
Prenota ora

Il Cristo Velato di Napoli

Il Cristo Velato di Napoli è una celebre scultura della seconda metà del 1700, opera di Giuseppe Sanmartino e ospitata nella '''Cappella Sansevero, nel centro storico di Napoli.

Posizione: Via Francesco de Sanctis, 19/21, 80134 Napoli
Orari: Tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00. Chiuso il martedì. Sabato: dalle 9:00 alle 20:30 (da maggio a dicembre 2019
Durata della visita: Da un'ora a due ore
Prezzo: biglietto ordinario: , 8
Come arrivare: Bus 151, tram 1, Metro Linea 1 (fermate Università o Dante), Metro Linea 2 (fermata Cavour), Filobus 202 o bus R2

La statua raffigura il corpo del Cristo morto coperto da un sudario trasparente, realizzati a partire da un unico blocco di marmo. La presenza del velo marmoreo, caratterizzato da un drappeggio estremamente realistico e da vere e proprie trasparenze, rappresenta probabilmente la peculiarità più sorprendente del Cristo Velato di Napoli, che ha reso celebre quest'opera in tutto il mondo. La statua nacque su commissione di Raimondo di Sangro, principe di Sansevero, nobile, letterato e mecenate del diciottesimo secolo.

La fama di alchimista del principe di Sansevero, insieme alla mirabile bellezza del Cristo Velato, ha, nei secoli, alimentato la leggenda secondo la quale il sudario sarebbe stato ottenuto da un misterioso processo di “marmorizzazione” di un autentico velo di stoffa. In realtà, il Cristo Velato di Napoli è un capolavoro dell'arte barocca realizzato interamente in marmo, a partire da un unico blocco di pietra.

La Cappella Sansevero

Oltre al Cristo Velato, nella Cappella Sansevero di Napoli possono essere ammirate altre opere scultoree di pregio, come la Pudicizia di Antonio Corradini e il Disinganno di Francesco Queirolo, e alcuni frammenti del notevole pavimento originario in cotto napoletano. Nella cavea della Cappella, inoltre, sono ospitate le cosiddette Macchine anatomiche, gli scheletri di un uomo e una donna sui quali è fedelmente riprodotto, fin nei minimi dettagli, l'intero sistema circolatorio.

Secondo la tradizione, le Macchine furono realizzate dal medico palermitano Giuseppe Salerno, utilizzando un procedimento a tutt'oggi non completamente chiarito. Una leggenda, rivelatasi poi del tutto infondata, sosteneva addirittura che il modello fedele del sistema circolatorio fosse stato ottenuto iniettando un particolare liquido nelle vene dei “modelli” ancora vivi.

Visitare il Cristo Velato di Napoli

Il prezzo del biglietto ordinario per la Cappella Sansevero è di 8 euro.

Queste invece le riduzioni previste per diverse categorie di visitatori:
  1. Biglietto ridotto per ragazzi dai 10 ai 25 anni: , 5
  2. Bambini fino ai 9 anni: gratis
  3. Biglietto ridotto per possessori Artecard e Soci FAI: , 6
  4. Audioguida (facoltativa): , 3,50

Negli ultimi anni, la popolarità crescente del Cristo Velato ha fatto aumentare considerevolmente il numero dei visitatori. Per non doversi cimentare con code ed eccessivo affollamento, è consigliabile evitare il fine settimana e le festività.

Gli orari migliori per la visita del Cristo Velato sono, di norma, il mattino presto o la fascia tra le 12 e le 14, quando molti visitatori sono a pranzo.

È possibile inoltre acquistare un biglietto saltafila per il Cristo Velato di Napoli, pagando un sovrapprezzo di 2 euro per ciascun biglietto. I biglietti saltafila consentono l'accesso rapido dalla fila riservata ai prenotati e vengono messi in vendita sul sito del Museo Cappella Sansevero con un anticipo di tre mesi. La prenotazione resta valida fino a 15 minuti dopo l’orario prescelto e indicato sul biglietto. L'acquisto preventivo del biglietto è fortemente consigliato nei periodi di particolare affluenza (festività natalizie, ponti, ricorrenze etc).

Come raggiungere il Cristo Velato

Il Cristo Velato di Napoli può essere ammirato nella Cappella Sansevero, una piccola chiesa barocca sconsacrata, nonché uno dei siti più interessanti del centro storico partenopeo. La Cappella si trova a poche centinaia di metri dalla piazza San Domenico Maggiore. L'auto non è un'opzione praticabile per raggiungere il Cristo Velato, dal momento che la Cappella sorge in una Zona a Traffico Limitato. La soluzione ideale, per chi arriva a Napoli in auto, è quindi quella di parcheggiare la macchina fuori dal centro e di muoversi a piedi oppure utilizzando mezzi pubblici o taxi.

Per chi arriva in autostrada, l'opzione migliore consiste nel prendere l'uscita Porto e lasciare l'auto al parcheggio Brin. Da qui, la Cappella Sansevero si raggiunge con il bus 154 che passa su via Volta (scendere alla fermata Marchese Campodisola). Un'alternativa valida è il parcheggio di via Mancini, nei pressi di piazza Garibaldi.

Da piazza Garibaldi, dove sorge la Stazione Centrale di Napoli, è possibile raggiungere il Cristo Velato con una passeggiata di circa mezz'ora (la distanza da percorrere è di due chilometri), oppure con diversi mezzi pubblici:

  1. Bus 151/tram 1 (o servizio 601 sostitutivo), scendere in via Nuova Marina (in corrispondenza dell’incrocio con via Porta di Massa) e proseguire a piedi per via Mezzocannone;
  2. Metro Linea 1 (scendere alla fermata Università o Dante);
  3. Metro Linea 2 (scendere alla fermata Cavour);
  4. Filobus 202 oppure bus R2 (scendere al corso Umberto, altezza via Tari).

Chi arriva a Napoli in aereo, può prendere l'Alibus fino a piazza Municipio, e da lì proseguire a piedi o con la Metro Linea 1 (scendere alla fermata Dante).

Chi viaggia in nave (aliscafo o crociera) può prendere la Metro Linea 1 da piazza Municipio e scendere alla fermata Dante o arrivare a piedi con una passeggiata di circa 40 minuti.

Dove mangiare nei dintorni

Il centro storico di Napoli è pieno di pizzerie, trattorie e ristoranti, ma anche di locali che servono dolci e street food. Non sarà difficile mangiare qualcosa di tipico prima o dopo la visita del Cristo Velato.
Per la pizza, una valida alternativa alle pizzerie più note (e spesso con lunghissimi tempi di attesa, è Donna Sofia in via dei Tribunali 89. Il ristorante 120 Grammi, in via Mezzocannone, serve invece spaghetti in tutte le salse, disponibili anche da asporto in speciali box take away. Per assaggiare il tipico fritto napoletano, invece, c'è la Friggitoria Verace in Via San Pietro a Maiella.
Un'ottima opzione in zona è anche il ristorante Tandem che invece offre solo il tipico ragù napoletano da provare con diversi tipi di pasta o anche in una ciotola in cui intingere il pane.