Le migliori pizzerie di Napoli - 12 indirizzi sicuri e garantiti!

Segnatevi questi nomi: se volete mangiare un'indimenticabile pizza napoletana qui andrete sul sicuro!

Le migliori pizzerie di Napoli - 12 indirizzi sicuri e garantiti!

Partiamo da una certezza. È davvero difficile mangiare una pessima pizza a Napoli. Un locale che faccia una pizza meno che ottima a Napoli avrebbe davvero vita breve. Per questo spesso non vale la pena fare ore di fila nelle pizzerie più famose e blasonate, in molti casi basta spostarsi di qualche metro per mangiare una pizza fatta a regola d’arte senza aspettare troppo. In questo articolo vi proponiamo quelle che secondo noi sono le ‘‘migliori pizzerie di Napoli’’, le più frequentate dai locali e dove vivere un’autentica esperienza napoletana.

Si può prenotare nelle pizzerie a Napoli?

La maggior parte delle pizzerie napoletane non accetta prenotazioni. Ci si arriva, sì da il nome alla cassa e si aspetta fuori, quando arriva il proprio turno si viene chiamati (in genere con un megafono). Nelle pizzerie più famose, durante i periodi di punta come il weekend, l’attesa può durare anche un’ora, ma viene ingannata chiacchierando nel vicolo, conoscendo le altre persone in fila e bevendo qualcosa preso da un bar nelle vicinanze. Anche questo fa parte dell’esperienza di mangiare una pizza a Napoli. Ci sono comunque pizzerie che accettano prenotazioni, potete controllare sul loro sito internet.

more

1.Antica Pizzeria Da Michele a Forcella - Il tempio della tradizione pura

Probabilmente è la pizzeria più famosa, tanto da comparire anche nel film hollywoodiano “Mangia, prega e ama”. La scelta è limitata tra due varianti di pizza, margherita e marinara e una ristretta selezione di bibite. I tavoli sono comuni, quindi una coppia mangerà allo stesso tavolo di un’altra coppia. Lunga coda fuori sia di napoletani che di viaggiatori da tutto il mondo che qui vengono in pellegrinaggio, ma servizio rapido.

2. Pizzeria Salvo - Prenotazione online!

La sede storica di questa pizzeria si trova a San Giorgio a Cremano, nella provincia napoletana, ma da qualche anno i fratelli Salvo hanno aperto anche un sede nel cuore della Napoli turistica, sul lungomare. Il menù propone ben 7 varietà di margherita che si distinguono per il tipo di pomodoro, mozzarella e anche olio d’oliva usato. Oltre che ovviamente una vasta scelta di pizze classiche, moderne e stagionali. Pro: in questo locale è possibile prenotare!
Prenota online il percorso degustazione

3. Da Brandi a Chiaia - L’inventore della Margherita

La Pizzeria Brandi è un'altra tappa obbligata per gli amanti della pizza partenopea. Questa pizzeria è famosa per essere il luogo di nascita della pizza Margherita, uno dei tipi di pizza più popolari al mondo. Fu creata dal pizzaiolo di questo storico ristorante in onore della visita della Regina Margherita a Napoli e ancora oggi la ricetta è rimasta inalterata.

4. Da Sorbillo - Il pizzaiolo pop

Da qualche anno Gino Sorbillo è una presenza fissa in tv con le sue pizze create per ogni occasione e ha aperto diverse sedi come quelle a Roma, Milano, Miami e Tokyo. La sede storica rimane quella a via dei Tribunali 32, in pieno centro storico. Lo riconoscerete subito per la lunga e allegra coda all’ingresso. Se invece vi spostate in zona lungomare, all’angolo con Piazza Vittoria, potete avere il privilegio di mangiare la sua pizza con vista mare e Vesuvio.

5. 50’ Kalo - Il tocco moderno

Per un tocco unico alla tradizionale pizza napoletana, recatevi da 50 Kalò. Il pizzaiolo Ciro Salvo propone sia pizze tradizionali che moderne, in un ambiente elegante e curato. Il segreto della sua pizza soffice e leggera sta nell’impasto più idratato della media. La sua pizzeria viene segnalata anche dalla Guida Michelin.

6. Di Matteo - Il re della frittatina di pasta

La Pizzeria di Matteo è un altro locale che ha fatto la storia della pizza tradizionale. Questa storica pizzeria sforna pizze dal 1936 e tra i suoi clienti ha avuto anche dall’allora presidente Bill Clinton durante la sua visita ufficiale in Italia. È uno dei massimi esponenti della pizza “a ruota di carro”, tipico del centro storico napoletano, ovvero una pizza grande e col cornicione basso che esce quasi dal bordo del piatto. Assaggiate anche la sua frittatina di pasta.

7. Da Starita a Materdei

Altra pizzeria storica di Napoli, esiste dal 1901 e recentemente ha aperto anche a New York. Puntualmente presente nella classifica delle migliori pizzerie di Napoli ha fatto della qualità degli ingredienti il suo punto forte. Assolutamente da provare anche i fritti, sia in versione salata che dolce, come i deliziosi “angioletti”, striscioline di pizza fritte e condite con cioccolato o pistacchio. È in una zona poco battuta dai turisti e questo vi assicurerà un'esperienza ancora più verace!

8. La Notizia - Il regno di Enzo Coccia

Enzo Coccia è stato uno dei primi pizzaioli a battersi per un disciplinare della pizza napoletana che ne certificasse le caratteristiche e la genuinità degli ingredienti. Da quando ancora non si parlava di km0 ha fatto dell’utilizzo esclusivo dei prodotti della Campania il suo punto forte. Oggi si divide tra la Notizia 53 (pizzeria tradizionale) e la Notizia 94 (pizzeria gourmet), entrambe nel quartiere del Vomero

9. De Figliole - Sua maestà La pizza fritta

Durante il vostro soggiorno a Napoli non potete esimervi dall’assaggiare anche “la pizza fritta”. Il posto giusto per assaggiarla è da “De’ Figliole”, un locale storico (esiste dal 1860, in diverse sedi gestite sempre dalla stessa famiglia) che serve solo ed esclusivamente pizza fritta. Ricotta, cicoli, salame, fiordilatte, pomodoro e pepe compongono il ripieno tradizionale che poi viene richiuso in un impasto classico della pizza e fritto.

10. Pizzeria da Attilio alla Pignasecca

Nel popolarissimo quartiere della Pignasecca, tra bancarelle, pescherie e friggitorie non perdete questa pizzeria tanto amata dai napoletani: la sua specialità sono le pizze a forma di stella ripiene di ricotta e altri succulenti ingredienti. Si può scegliere anche la pizza Attilio a nove punte, dove ogni spicchio ha un gusto diverso, una bontà che accontenta tutti.

11. Diego Vitagliano - La nuova generazione di pizzaioli

Per gustare questa pizza dovrete arrivare fino a Bagnoli, l’ultimo quartiere della città prima di Pozzuoli. Ma il sapore di questa pizza vale sicuramente il viaggio! Diego Vitagliano è l’esponente di una nuova generazione di pizzaioli che hanno fatto della ricerca degli ingredienti di qualità la loro principale missione. Lo stile della sua pizza è “a canotto” ovvero col cornicione molto alto e soffice. Propone anche una scelta di pizze “croccanti” cioè più biscottate e cotte in un forno a parte. Nel suo locale è possibile provare un po’ di tutto con un percorso degustazione.

12. Concettina ai tre santi di Ciro Oliva

Il giovane Ciro ha rinnovato la pizzeria di famiglia, nel cuore della Sanità, dandogli un look moderno e soprattutto investendo sulla qualità delle materie prime. Negli anni il suo nome ha quindi guadagnato sempre più popolarità tra gli addetti al settore e gli appassionati di pizza. Oggi è un punto di riferimento per la nuova generazione di pizzaioli. Offre un menù degustazione e si può prenotare il tavolo.

Certo, questa lista non vuole essere esaustiva, ci sono tante altre ottime pizzerie a Napoli e in provincia (due nomi per tutti: Pepe in Grani, la pizzeria di Franco Pepe a Caiazzo o la famosa Pizza a Metro a Vico Equense). Ma siamo sicuri che questa lista vi sarà utile se passate qualche giorno a Napoli e volete essere sicuri di "mangiare una pizza come si deve". Condividete questo articolo con i vostri compagni di viaggio e assicuratevi di mettere in valigia abiti non troppo stretti!

Ancora non sei sazio? Puoi scoprire anche la nostra guida allo street food napoletano

Prenota online un percorso degustazione in una delle migliori pizzerie di Napoli

Il decalogo della pizza perfetta

  1. La prima pizzeria, l'Antica Pizzeria Port'Alba, aprì a Napoli nel 1738.
  2. La Pizza Margherita fu creata nel 1889 in onore della Regina Margherita di Savoia.
  3. La vera pizza napoletana deve essere fatta con pomodori San Marzano, coltivati nei terreni vulcanici del Vesuvio.
  4. Il fiori di latte è il formaggio tradizionale della pizza napoletana.
  5. Una variante accettata è la mozzarella di bufala campana
  6. L'impasto della vera pizza napoletana deve essere impastato a mano e lasciato lievitare per almeno 24 ore.
  7. La pizza deve essere cotta in un forno a legna, raggiungendo una temperatura di almeno 905 gradi Fahrenheit (480 gradi Celsius).
  8. La pizza deve essere cotta solo per 60-90 secondi.
  9. Il diametro di una vera pizza napoletana non dovrebbe superare i 35 cm (13 pollici).
  10. La vera pizza napoletana è tutelata dall'Associazione Verace Pizza Napoletana, che ha linee guida rigorose da seguire per preparare una pizza autentica

FAQ - Domande frequenti

Quanto costa una pizza a Napoli?

Nelle pizzerie del centro storico il prezzo della margherita (servita al tavolo) è di circa 5-6 euro. Aggiungendo una birra spenderete quindi sui 10 euro a persona. Il prezzo della margherita è sempre più o meno lo stesso anche nelle pizzerie dallo stile più ricercato, ma anche scegliendo una pizza con ingredienti più particolari difficilmente si superano i 12-13 euro a pizza. Pure nella sua molteplici varianti a Napoli la pizza rimane sempre un pasto economico!

Qual è il piatto tipico napoletano?

Il piatto portabandiera di Napoli nel mondo è ovviamente la pizza, ma ci sono anche molti altri tipici della tradizionale napoletana, Come è il ragù, una salsa densa di pomodoro e carne che va fatto cuocere almeno 4 ore. Insieme alla genovese, un sugo a base di cipolle, è il piatto tipico della domenica a Napoli.

Qual è la più famosa pizzeria napletana?

Probabilmente la pizzeria più famosa di Napoli è Da Michele a Forcella, una fama dovuta anche alla sua apparizione nel film con Julia Roberts "Mangia, prega e ama". Per poter provare però la pizza migliore al mondo secondo l'autorevole classifica "50 Top Pizza" bisogna arrivare a Caserta e accomodarsi dai "Masanieli" di Francesco Martucci. Se però siete in America vi potete fermare a NewYork da "Una pizza napoletana" di Anthony Mangieri, primo posto parimerito con i Masanielli.

Una giornata sola a Napoli: dove mangio la pizza?

Se avete solo un giorno da dedicare a Napoli vi consigliamo una qualsiasi delle pizzerie del centro storico elencate nell'articolo.

Dove mangiare la pizza vicino Piazza Garibaldi

Se dovete rimanere in zona stazione per attendere un treno vicinissimo alla stazione troverete la pizzeria Da Franco, leggera e col bordo "a canotto". Se invece preferite "la ruota di carro" col cornicione basso con due passi in più potete arrivare da Pellone a Via Nazionale, indirizzo storico per gli amanti della pizza verace.

Dove mangiare la pizza vicino al porto

Se invece dovete imbarcarvi per le isole ma prima volete fermarvi per gustare un'autentica pizza napoletana potete fermarvi da Pizza Madre di Salvatore di Matteo a Piazza Municipio, dove rimarrete sorpresi anche dall'originalità degli arredi.

Per organizzare la vostra giornata consultate il nostro itinerario per un giorno a Napoli

Inspiration

Gusto

Guida golosa allo street food napoletano: cosa mangiare con 5 euro